25 aprile 2021 - Intervento del Vicesindaco Daniela Sartori

Con una cerimonia raccolta e fortemente simbolica, l’Amministrazione Comunale vuole ricordare quanti si sono sacrificati per restituirci la libertà e invita tutti ad unirsi idealmente alla celebrazione del 76mo anniversario della Liberazione, in un momento in cui il valore della libertà assume un significato del tutto particolare.

 

In un lungo periodo così difficile, pieno di lutti, preoccupazioni e continue restrizioni, sentiamo forse ancora più forte il desiderio, la necessità, di essere qui oggi a ricordare i caduti per la nostra Patria. Ora più che mai ci rendiamo conto che grande regalo hanno saputo riservarci coloro che, durante la seconda guerra mondiale, hanno dato la vita per la liberazione dell’Italia e la libertà degli italiani. Liberi dalle oppressioni, liberi dalle restrizioni, liberi dalle costrizioni. Liberi!
Ma oggi non è solo la ricorrenza di una data storica, non è solo la commemorazione dei caduti, non è solo la festa della Liberazione. Oggi, più che mai è il giorno nel quale tutti dovremmo fermarci e riflettere quanto sia atroce la guerra, di ogni genere e di ogni luogo. Oggi più che mai abbiamo necessità di comprendere quanto sia più importante la solidarietà che i singoli egoismi. Ogni guerra è un errore umano. E la guerra è atroce sempre. Non importa se vinta o persa. Per entrambe le fazioni significa comunque morte e distruzione.
Oggi più che mai dobbiamo avere l’intelligenza di imparare la lezione che la storia ci trasmette. Forse in questo periodo di pandemia stiamo veramente toccando con mano, ma in modo molto più superficiale, quali restrizioni e atroci sofferenze possono scaturire da un qualsiasi confronto bellico. O forse stiamo semplicemente capendo il grande valore della libertà. Libertà di movimento, libertà di pensiero, libertà di incontro e confronto. Libertà.
Che ognuno di noi, non solo nel giorno della festa della Liberazione, possa trasmettere ai nostri giovani il valore e il significato della parola libertà. I nostri predecessori hanno dovuto rimetterci la vita, noi possiamo farlo con molto meno. Non dimentichiamolo e non dimentichiamoli mai.

 

25aprile vicesindaco Cervesina

25aprile vicesindaco Cervesina 2

Torna su